Ti trovi in:

Home » Territorio » Luoghi e punti di interesse » Biografia di Francesco Raffaele Chiletto

Biografia di Francesco Raffaele Chiletto

di Mercoledì, 23 Aprile 2014 - Ultima modifica: Lunedì, 14 Novembre 2016

Francesco Raffaele Chiletto nasce il 31 marzo 1897 a Torcegno.

Il padre Cirillo, il falegname del paese, e la madre, Giuseppina Eccheli, hanno sei figli. La famiglia abita il primo piano di una grande casa di proprietà nei pressi della chiesa.  Compiuti gli studi elementari Chiletto lavora nella falegnameria paterna, contribuendo, insieme ai fratelli maggiori, al mantenimento della famiglia.
Nel maggio del 1915 è chiamato alle armi; terminata la guerra rientra in paese e nel 1921 gli vengono affidati i lavori di restauro della Chiesa della Madonna dell’Aiuto. 
Nel 1927 appaiono le sue prime illustrazioni sul settimanale cattolico Pro familia
L’incontro con il mondo dell’editoria italiana dei fumetti avviene nel 1936. Chiletto esordisce sul settimanale Jumbo dell’editore Vecchi. Il salto di qualità nella sua produzione e fumetti si ha nel 1938 quando inizia a pubblicare sulle pagine del Vittorioso la saga storica Andus e poi nel 1939 con il fumetto salgariano Alla conquista di un impero.
La fama di Chiletto nell’universo del fumetto italiano si deve soprattutto alla sua seconda produzione salgariana, che prende corpo, tra il 1946 e il ’48, con il “ciclo dei corsari” sul settimanale Salgari
Accanto alle committenze in qualità di illustratore e fumettista, Chiletto realizza a partire dal 1944 e fin verso la fine della sua vita, anche opere pittoriche di carattere religioso per le chiese di Torcegno, Telve, Ronchi, Albaredo di Vallarsa e Bosco di Civezzano. Pressoché negli stessi anni realizza dipinti a carattere devozionale e molte opere per amici e compaesani. 
Chiletto muore nel 1976 all’età di settantanove anni.